derenante

Il massaggio “MEDICO-ESTETICO”

Massaggio manuale, dolce e dal ritmico sfioramento che vanta molteplici applicazioni, dal trattamento della cellulite al potenziamento delle difese immunitarie.  
Il massaggio linfodrenante favorisce l’aumento di scorrimento della linfa nel nostro corpo che apporta, conseguentemente, una serie di benefici che si riscontrano a diversi livelli favorendo la sua applicazione come valido supporto per varie indicazioni terapeutiche.
Effetto antiedematoso: buoni risultati ottenuti sugli edemi linfatici, specialmente per quelli dovuti a seguito di un intervento chirurgico.
Effetto sulle difese immunitarie: offre un valido aiuto in tutti quei casi in cui occorra migliorare l’immunità locale, come nei casi di acne, ferite sia accidentali che chirurgiche e nei casi di infezioni alle vie aeree (tonsilliti, faringiti, sinusiti).
Effetto cicatrizzante:Indicato nei casi in cui è necessario una cicatrizzazione più rapida, in caso di piaghe o di ulcerazioni e per le persone affette da diabete.
Il meccanismo con cui agisce il linfodrenaggio si spiega con l’accellerazione del flusso linfatico, un aumento della corrente linfatica che “porta via” dalla zona della ferita le sostanze ad azione nociva e, con l’arrivo di linfa fresca, giungono nella zona anche principi nutritivi con azione plastica e ricostruttiva.
L’effetto è un miglioramento della microcircolazione con la liberazione dei tessuti dal liquidi interstiziale in eccesso, una migliore ossigenazione cellulare e una accelerazione dei processi filtrazione-riassorbimento a livello capillare sanguigno. Il miglioramento del microcircolo viene sfruttato nel trattamento della cellulite mentre l’azione antalgica e rilassante, per effetto dei movimenti del massaggio linfatico, lenti e ritmati, che spesso hanno effetto sedativo e rilassante, favoriscono in molti casi il sonno, in soggetti stressati ed affaticati.

Controindicazioni:
Il massaggio linfodrenante è assolutamente controindicato nelle infezioni in fase acuta, tubercolosi, tumori mentre è possibile, ma con la dovuta cura e attenzione, nei casi di insufficienza renale, insufficienza cardiaca, asma, ipertiroidismo.